Blog

La obsidione di Padua

  Lasciati soprendere   Biblioteca Comunale Padova B.P. 73/IV BARTOLOMEO CORDO La obsidione di Padua Venezia, Simone da Lovere, 1510 Frontespizio xilografico Poemetto popolareggiante in ottave che racconta l’assedio di Padova da parte delle truppe dell’imperatore Massimiliano nel 1509. L’incisione in legno sul frontespizio rappresenta la città di Padova protetta dalla Vergine Maria e da sant’Antonio.

Erasmo da Narni detto il Gattamelata

Lasciati sorprendere Erasmo da Narni detto il Gattamelata La statua di Erasmo da Narni detto il Gattamelata in Piazza del Santo predisposta per il suo trasporto a Palazzo Venezia a Roma dove rimase dal 1917 al 1919 per evitare che potesse essere coinvolta nei bombardamenti della prima guerra mondiale. Fotografo: Luigi Fiorentini Raccolta iconografica Padovana della Biblioteca Civica di Padova, XI 3409

Pietra del vituperio

  Lasciati sorprendere     Uno Statuto del 17 marzo 1231, mentre era podestà Stefano Badoer, stabilisce che, su richiesta di frate Antonio, non siano incarcerati i debitori, purché cedano i propri beni con la formula cedo bonis (rinuncio ai beni). La pietra del vituperio ricorda l’umiliante procedura di cessione (i debitori insolventi erano obbligati a battere per tre volte le natiche dopo essersi spogliati, da cui l’espressione popolare restar

Giovanni Francesco Capodilista

  Lasciati sorprendere     Biblioteca Comunale Padova B.P. 954 GIOVANNI FRANCESCO CAPODILISTA De viris illustribus familiae Transelgardorum Forzate et Capitislistae (Codice Capodilista) c. 32 r Giovanni Francesco Capodilista (circa 1375 – prima del 1452), compilatore del manoscritto, fu giurista, professore universitario, ambasciatore sia per il Comune di Padova sia per la Repubblica di Venezia, diplomatico.

Alba sui Colli

Alba sui Colli Euganei Foto: G. Fiorito Inviateci una vostra foto. Selezioneremo le migliori e le pubblicheremo in questa rubrica. Istruzioni: qui   I colli Euganei sono un gruppo di rilievi di origine vulcanica caratterizzati da forme e altezze quantomai eterogenee, che sorge, pressoché isolato, sulla pianura veneta centrale, a sudovest di Padova occupando un’area dal perimetro approssimativamente ellittico di quasi 22 000 ettari. Il territorio è tutelato Parco regionale dei