Letteratura

La battaglia di Zappolino o della secchia rapita

  Abstract   La secchia rapita è un poema [1] di argomento eroicomico in rima in dodici canti, scritto dal modenese Alessandro Tassoni [2]. Vi si narra la guerra tra le città di Bologna e Modena alla quale parteciparono Azzo d'Este ed Ezzelino da Romano con i rispettivi eserciti formati da soldati dei piccoli borghi di Verona, Vicenza, Treviso, Venezia e Padova. Nonostante gli episodi inventati, comici o grotteschi, si
Giuliano Scabia: un poeta a cento metri dal suolo

Abstract   Nato a Padova nel 1935, attualmente vive a Firenze. Scrittore, poeta, drammaturgo, voce narrante dei propri testi, è protagonista di alcune tra le esperienze teatrali più vive degli ultimi decenni. Si laurea in filosofia morale a Padova nel 1960, relatore Ezio Riondato. Ha fatto parte fin dagli esordi del Gruppo 63. Molto note le sue battaglie per l'apertura dei manicomi a fianco degli psichiatri dell'equipe di Franco Basaglia.
Ugo Foscolo a Padova

Ci piace aprire il primo numero della collana Padova Sorprende con l’autoritratto in versi di Ugo Foscolo (Zante, 6 febbraio 1778 – Turnham Green, 10 settembre 1827), presente a Padova e sui Colli Euganei negli anni 1796-1797 dove conobbe Melchiorre Cesarotti e ideó il suo capolavoro Le ultime lettere di Jacopo Ortis. We’d like to open the first issue of the series “Padova Sorprende” with a self-portrait in verse by

Gerione, ovvero il male nella Divina Commedia

Abstract: Dante a Padova? Non abbiamo documenti che attestino in maniera inequivocabile la presenza di Dante a Padova; un atto notarile del 27 agosto 1306 cui si dava credito in cui compare un “Dantinus quondam Alligerii de Florentia et nunc stat Padue” oggi è messo in discussione e si ritiene che questo Dantinus non sia il poeta Dante; è molto probabile comunque che Dante abbia soggiornato a Padova o di