Enzo Mandruzzato

Abstract:

Sintetica biobibliografia di Enzo Mandruzzato (Bologna, 1924, Padova, 2012), grande maestro, docente, saggista, traduttore, narratore e poeta. Ha svolto a Padova una intensa e apprezzata attività di insegnante di lettere presso il Liceo classico ‘Tito Livio’ e di letteratura latina, l’amatissimo latino, presso l’Università ed è considerato uno dei massimi traduttori italiani.

Synthetic biobibliography by Enzo Mandruzzato (Bologna, 1924, Padua, 2012), great master, teacher, essayist, translator, storyteller and poet. He has carried out in Padua an intense and appreciated activity as a language teacher at the Liceo classico ‘Tito Livio’ and as a Latin literature teacher, the beloved Latin, at the University. He is also considered one of the greatest Italian translators.

Vita e opere

I suoi lavori sono pubblicati presso Rizzoli, Mondadori, Sansoni, Fabbri. Profondo conoscitore della lirica e del teatro greco, ha tradotto I lirici greci dell’età arcaica per Fabbri editore e, per Sansoni, I Persiani, Prometeo incatenato, Le supplici di Eschilo, Andromaca, Ione, Ifigenia in Tauride di Euripide.
E’ raffinato traduttore anche dal tedesco: per Adelphi, Hölderlin; dal latino per Rizzoli: Catullo: I Canti, Orazio: Odi e epodi, Giovanni Pascoli: Poëmata christiana e per Edizioni dei Dioscuri Marziale: Poesie barocche.
Autore di una innovativa interpretazione del più grande poeta greco con Omero: il racconto del mito e di tre bestsellers per l’insegnamento nelle scuole superiori: Il piacere del latino, I segreti del latino e Il piacere della letteratura italiana, saggi pubblicati per Mondadori. Ha inoltre scritto: Foscolo, fondamentale e documentatissima biografia del poeta di Zante.
Ha scritto due romanzi: Quinto non ammazzare per Marsilio e Diario 1919-22 per Panda e tre libri di poesia: Le annate per Neri Pozza, Solo il segno del due per Hellas e Ti perdono la morte per Scettro del Re, struggente poemetto in morte della madre.
Ha inoltre pubblicato una interessantissima rivisitazione del Vangelo di Matteo: Il buon messaggio seguendo Matteo, Edizioni Lindau.
Vanno inoltre segnalati: I Dèmoni. Undici confessioni apocrife per Il Poligrafo, Il poeta e la misura per Panda e Achille, l’eroe gentile. Traduzioni inedite dall’Iliade per CLEUP.
Mandruzzato unisce ad una profonda conoscenza della materia trattata una capacità narrativa che ne rende piacevolissima la lettura, anche per questo molti dei suoi saggi hanno avuto numerose ristampe. Alla serietà dello studioso egli unisce una vena ironica e giocosa che compare nelle poesie raccolte in Soprappensiero, Panda, Collana L’oro dei suoni, dove mostra un carattere spiritoso, dissacratorio e icastico, come nella poesia seguente:

Partiti poetici
Se fossi donna
di Dante amerei le tempie strette
e affossate, e ne dedurrei
non so perché il grande, con certezza.
Di Petrarca direi
stoffa democristiana vecchio stampo;
bella casa, bei viaggi, bei soggiorni,
ma non arriverò a sposarlo mai
perché in amore è orrendamente presbite.
Foscolo? Sinceramente appassionato,
purché, s’intende, fossi già sposata.
Manzoni è un gentiluomo agiato, sano,
taciturno in amore
e non bisogna dirgli mai “t’adoro”
perché si può “adorare” solo Dio.
D’Annunzio forse sì, è seducente
trasformarsi in medusa o in rugiada;
amante notevole, ti guarda
come attraverso l’ambra o il cristallo.
Leopardi? Io sono donna, non “l’amorosa idea”.
Gozzano andava a letto con le serve
a patto di chiamarle “cameriste”.
La messe dei mariti tra i poeti
è scarsa, e quelli «impegnati» non li voglio.

Qualcosa sicuramente ci è sfuggito della sua vastissima opera e molto resta ancora inedito, affidato alle amorevoli cure della prof.ssa Rosa Gallabresi che, con alcuni ex allievi del ‘Tito Livio’, ha costituito la Fondazione Enzo Mandruzzato, con il vasto archivio e la ricca biblioteca dello studioso.

Nunzio Cereda

Immagini

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.