Andrea Mantegna (statua n. 21)

Andrea Mantegna (Isola di Carturo, 1430-1431?- Mantova 1506). Si forma nella bottega di Francesco Squarcione. Nel 1448 nella chiesa degli Eremitani affresca la Cappella Ovetari, bombardata nel 1944 e, più tardi, le Storie di San Giacomo e San Cristoforo di cui restano poche figure. A Ferrara è al servizio dei Duchi d’Este e a San Zeno a Verona dipinge la Pala dell’altare maggiore, è pittore di corte a Mantova dove dipinge la famosissima Camera degli sposi e, dopo un soggiorno romano, alcune scene dello Studiolo di Isabella d’Este. È da considerarsi tra i grandi della pittura mondiale. Scultore,

Giovanni Ferrari (1780 circa). Commissione di Auspach, margravio del Brandeburgo.

Padova, Prato della Valle -Statua di Andrea Mantegna (Foto Marta Celio)