Giovan Maria Memmo (statua n. 30)

G. M. Memmo (Venezia 1503-1579), laureato in diritto a Padova, è stato membro del Maggior Consiglio a Venezia e ha avuto vari incarichi ufficiali dalla Serenissima. Lasciata la vita politica, ha vissuto per circa dieci anni a Padova. Ha scritto una serie di libri di filosofia e politica in forma di dialogo tra alcuni patrizi veneziani: Grimani, Giustinian, Dolfin, Corner, vescovi, cardinali, ambasciatori, aventi un unico titolo: Dialogo.

Autore: Giovanni Ferrari, il Torretto (1787). Voluta da Andrea Memmo, provveditore a Padova nel 1775-76, l’ideatore dell’isola di Prato della Valle, alla lontana suo discendente; è stata commissionata da Pietro duca di Curlandia (figlio di Carlo di Sassonia, nipote d’Augusto III). Necessita di una ripulitura.

Padova, Prato della Valle – Statua di Giovan Maria Memmo (Foto Marta Celio)