La biblioteca monumentale dell’Abbazia di Praglia

L’abbazia di Praglia, sorta tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo alle pendici settentrionali dei Colli Euganei, custodisce al suo interno, nella sapiente distribuzione degli spazi architettonici, degli autentici gioielli, tra i quali possiamo annoverare la biblioteca monumentale sita nella parte superiore del chiostro pensile.

Abbazia di Praglia (Padova), La monumentale biblioteca (Foto Antonio Fiorito)

La scaffalatura a parete (1700), su due piani, custodisce parte dei libri di storia, arte, letteratura, teologia e filosofia che costituiscono il patrimonio dell’intera biblioteca monastica, più di 100.000 volumi.

Abbazia di Praglia, Il soffitto della monumentale biblioteca (Foto Antonio Fiorito)

Lo sguardo non sa dove posarsi. In alto, il soffitto è decorato con tele di Gian Battista Zelotti secondo un preciso disegno iconografico, che vede nell’ottagono centrale l’allegoria della Fede affiancata da due riquadri con i Padri della Chiesa Latina: Girolamo, Gregorio Magno, Ambrogio e Agostino.

(L’introduzione e le didascalie sono tratte da “Tu chantes ma chanson – Visitando l’antica biblioteca di Praglia sui Colli Euganei” di Sandro Carotta)