GULP: Incontri umbri per il futuro del libro

Per i libri l’Umbria si muove

“Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.” (Marguertite Yourcenar)

«Il nostro libro, Fogli di carta – scritti, editi, letti: salvati, distribuito nelle librerie da marzo, potrà contribuire a salvare alcuni libri del passato, ma riuscirà a farne uscire di validi in futuro?» si sono chiesti gli autori Jessica Cardaioli e Giuseppe Bearzi in una regione dove l’editoria annaspa forse più che altrove. I due autori se lo chiesero un anno fa, quando consegnarono il loro manoscritto all’editore Mimesis di Milano e, grazie al consiglio e aiuto di accademici, archivisti, bibliotecari, editori, librai e lettori, pensarono di organizzare tre incontri sul tema. Quali sedi di quegli incontri furono scelte Gubbio, dove si sarebbe valutata soprattutto la futura tangibilità’ del libro; Foligno, dove si sarebbe vagliata la futura produzione e diffusione, e Orvieto dove si sarebbe considerata l’ineguagliabile attitudine del libro a essere testo e testimone delle comunità. Le idee e le proposte che emergeranno nel corso di questi tre incontri, saranno sottoposte ai membri del Forum del Libro e alle autorità competenti, perché siano attuate da chi di tale futuro è illuminato responsabile.
(da “Per i libri l’Umbria si muove “, Carta < 74 – VIII 2021)

Gli Incontri di Gubbio, Foligno e Orvieto

Programma degli incontri

(Click sulla didascalia delle miniature qui sotto per aprire la pagina con il programma)